Istruzioni per la presentazione delle S.C.I.A. inerente studi odontoiatrici, medici e delle altre professioni sanitarie.

Con DCA n. 99 del 04/12/2019 l'avvio o la modifica di una attività produttiva per l’esercizio di attività degli studi professionali e degli ambulatori odontoiatrici, medici e delle altre professioni sanitarie è soggetta a S.C.I.A. …

L'art. 8 dell' All. A del DCA n.107/2019 (vd.allegato "DCA107-19.pdf") individua le attività in oggetto soggette a S.C.I.A. 

All’art.10 del DCA n.107/2019 (“DCA n.99 del 04.12.2019.- Disposizioni regolatorie delle attività degli studi professionali odontoiatrici, medici e delle altre professioni sanitarie nonché semplificazioni nella procedura di rilascio dell'autorizzazione all’esercizio attraverso la segnalazione certificata di inizio attività, ai sensi della legge 241/1990.– Rettifica”) vengono indicate le modalità operative per la presentazione della S.C.I.A. per studi medici, polimedici, odontoiatri o di altra professione sanitaria gestiti in forma singola, associata o di società tra professionisti. Le S.C.I.A. o Comunicazioni dovranno essere presentate al S.U.A.P. esclusivamente in modalità telematica, ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. n.160/2010, tramite il portale impresainungiorno.gov.it. Alla pratica, compilata tramite il portale impresainungiorno.gov.it, va allegata la seguente documentazione: - copia del documento di riconoscimento in corso di validità del medico; - planimetria del locale dove si intende svolgere l'attività sottoscritta da un tecnico abilitato con indicazione della destinazione d'uso dei locali nel rispetto della normativa vigente; - relazione tecnica descrittiva del possesso dei requisiti di cui alla DGRC 7301/2001; - titolo che dimostri la disponibilità dei locali; - relazione descrittiva delle modalità di sterilizzazione della strumentazione necessaria; - dichiarazione di pagamento sottoscritta dal tecnico incaricato, ai sensi della L.R. Campania n.59 del 29.12.2018; -ricevuta di avvenuto pagamento dei diritti di Istruttoria S.U.A.P. pari a 150,00 euro. Resta ferma la possibilità del Responsabile del procedimento di chiedere ulteriore documentazione ad integrazione della pratica.

In caso di studio polimedico, la S.C.I.A. deve essere presentata da ogni singolo professionista (art.10, comma 1, DCA n.107/19).

Si ricorda che l’attività degli studi medici ed odontoiatrici che effettuano solo visite o diagnostica strumentale non invasiva complementare all’attività clinica può essere esercitata in forma libera. 

Data:
16-01-2023

Questa pagina è gestita da

Ufficio S.U.A.P.
Salita de Turris, 16 - Palazzo Sant'Anna
Responsabile: Carla Cimmino